la pressione arteriosa

farmaci banco, medicinali banco, farmaci prescrizione medica

La pressione arteriosa

Fai da noi il tuo monitoraggio della pressione arteriosa in 24 h evitando lunghe liste di attesa in ospedale.
 
- Cos'è l'ipertensione
L'ipertensione è un aumento anomalo della pressione arteriosa, cioè della forza esercitata dal sangue sulle pareti delle arterie. Nella maggior parte dei casi non è possibile individuare una causa (ipertensione essenziale); esistono tuttavia alcuni fattori che possono causare un aumento secondario della pressione arteriosa: malattie renali, disturbi ormonali, sostanze ad azione ipertensiva (farmaci, alcol, liquirizia), aterosclerosi, patologie congenite. Fattori di rischio per lo sviluppo di ipertensione sono l'età, il fumo di sigaretta, l'eccesso di peso, la sedentarietà, l'ipercolesterolemia, il diabete, lo stress e la familiarità.    
 
- La pressione alta si può tenere sotto controllo?
Una volta diagnosticata, l'ipertensione può essere combattuta prima di tutto attraverso l'adozione di un corretto stile di vita, che prevede la pratica di una regolare attività fisica e l'adozione di una dieta equilibrata. Quando queste misure non sono sufficienti a normalizzare la pressione arteriosa, il medico prescrive una terapia farmacologica. La misurazione della pressione si effettua a livello dell'arteria del braccio (arteria omerale); possono essere utilizzati i tradizionali sfigmomanometri a mercurio oppure le più moderne apparecchiature elettroniche automatiche. Il monitoraggio della pressione arteriosa può essere indicato se vi sono dei dubbi circa l'effettiva presenza di ipertensione o per verificare l'efficacia della terapia.
 
- Come si manifesta?
Molte persone soffrono di ipertensione senza saperlo: spesso lo scoprono durante un controllo occasionale. Esistono però una serie di sintomi che possono correlarsi a un aumento della pressione arteriosa, quali mal di testa, ronzio auricolare, disturbi visivi, vertigini, arrossamento del viso, palpitazioni, epitassi. I valori pressori aumentano durante uno sforzo fisico e spesso in conseguenza di fattori emotivi; ecco perchè può capitare che la pressione arteriosa rilevata dal medico risulti più alta rispetto a quella misurata al di fuori dell'ambulatorio.
 
- Quali sono le conseguenze?
L'aumento della pressione arteriosa può danneggiare col passare del tempo la parete delle arterie causando gravi conseguenze a livello di organi importanti come il cuore e cervello e favorendo la comparsa di insufficienza renale e disturbi della vista. Se il problema non viene scoperto e affrontato il rischio di malattie cardiovascolari come infarto e ictus cresce rapidamente.
 
Share by: